Campagna social di “A Misura d’Uomo” su politica locale

TPOggi-11 febbraio 2016

TPOggi-11 febbraio 2016

«A poco più d’un anno dalle prossime elezioni comunali non si parla di idee e progetti coi quali far crescere la qualità della vita di Trapani. Piuttosto si legge sulla stampa di personaggi della Destra conservatrice e rappresentanti post Comunisti si incontrano e dividono poltrone e potere». E’ quanto denuncia Natale Salvo, segretario dell’associazione “A Misura d’Uomo”.

«Per questo motivo, per cercare di stimolare un dibattito su alcuni seri temi politici – spiega Salvo – la nostra associazione ha predisposto una campagna di comunicazione che stiamo diffondendo sui social network non avendo il potere per chiedere accesso gratuito sull’unica emittente televisiva cittadina».

a misura uomo 2«La nostra associazione, al termine di un confronto interno – continua Natale Salvo –, ha elaborato circa 30 punti programmatici che ora vuole regalare a partiti e movimenti nella speranza che qualcuno di questi partiti e movimenti rinunci a parlare di “formule” politiche, di apparentamenti, di desistenze e di come dividersi le poltrone ed il potere a disposizione fra Regione e Comuni di Erice e Trapani ed inizi ad affrontare temi come lo smaltimento dei rifiuti, la valorizzazione di immobili storici abbandonati quali il Lazzaretto, della sicurezza stradale e della mobilità urbana, dei costi della politica, dei parcheggi a pagamento ecc».

«I primi sei punti sono già stati immessi sui social ed hanno ottenuto il gradimento di molti cittadini ed il commento di alcuni altri. Nessun rappresentante istituzionale o politico, invece, ha risposto. Se dovesse perdurare il silenzio dei vecchi politicanti ancora sulla cresta dell’onda – dichiara Salvo -, valuteremo se possa essere la nostra stessa associazione, trasformandosi in Lista Civica, a provare a sostenere tali temi nella prossima campagna elettorale».

a misura uomo 3«Abbiamo, al nostro interno, cittadini competenti ed onesti, che potrebbero validamente ricoprire tanto la carica di consigliere comunale o anche quella di sindaco.

Per fare qualche esempio, da Giuseppe Marascia, noto avvocato civilista, a Leonardo Todaro, ex marittimo ed oggi docente all’Istituto Nautico di Trapani. Personalmente, se le condizioni necessarie si dovessero realizzare, voterei con piacere, per la carica di sindaco di Trapani, il prof. Leonardo Todaro, persona di grande spessore umano, competente ma anche molto umile, dotato di ottime doti morali e grande equilibrio – conclude Salvo -, ma ancora è prematuro poter proporre ai cittadini questa candidatura».

Nella campagna di comunicazione dell’associazione “A Misura d’Uomo”, Leonardo Todaro sta promuovendo la realizzazione di un “Museo del Mare” all’interno dell’immobile semi abbandonato denominato “Lazzaretto”.

Tale museo, oltre che il compito di conservare e tutelare elementi della storia marinara cittadina, potrebbe rappresentare una sicura attrazione per il movimento turistico che in questo momento sta subendo, purtroppo, una fase di contrazione delle presenze nella nostra città a tutto discapito dell’economia e del lavoro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...